Ultimo aggiornamento del sito: 22 aprile 2015

Istanza Apertura Procedimento Usi Civici Di Competenza Regionale

Home  »  Istanze  »  Istanza Apertura Procedimento Usi Civici Di Competenza Regionale
lug 8, 2011 Commenti disabilitati admin
 R.A.R.

 

Spett.le
REGIONE LAZIO
DIPARTIMENTO ISTITUZIONALE E TERRITORIO
DIREZIONE REGIONALE AGRICOLTURA
AREA DIRITTI COLLETTIVI
Via Rosa Raimondi Garibaldi n. 7
00145 ROMA (RM)

Oggetto: istanza per apertura di procedimento amministrativo di competenza regionale in materia di usi civici per terre in comune di Capena (RM).

Il sottoscritto Consigliere Comunale Dott. Alessandro Ristich, premesso che il Commissario per la liquidazione degli usi civici per il Lazio, con sentenza n. 35 del 2003, ha dichiarato di demanio collettivo le terre di proprietà comunale catastalmente individuate nel foglio 1 di mappa di Capena con le particelle 3, 6, 7, 8, 9, 10, 11, 12, 13, 14, 15, 16, 17, 18, 19, 20, 21, 22, 23, 24, 25, 26, 27, 28, 29, 30, 31, 32, 33, 42, 43, 44, 45, 46, 47, 48, 49, 50, 51, 52, 53, 54, 55, 56, 57, 58, 59, 60, 61, 62, 63, 64, 65, 66, per un’estensione complessiva di ha 35.16.60, e che tale sentenza, con l’accertamento giurisdizionale sulla qualitas soli in essa contenuto, che conferma sul punto le risultanze della verifica demaniale su Capena pubblicata nel 1998 dal Comune di Capena in esecuzione di ordinanza dell’Assessore Regionale agli usi civici, è passata in giudicato, essendo stata, con sentenza della Sezione speciale usi civici della Corte d’Appello di Roma n.11 del 2005, rigettata l’impugnazione proposta contro di essa dalla Regione Lazio, e, con sentenza delle Sezioni Unite della Suprema Corte n. 6524 del 2008, rigettato il ricorso proposto contro la sentenza di secondo grado dalla Regione Lazio, chiede che codesta Regione, nell’esercizio delle competenze che le spettano ai sensi dell’art. 66, commi 4° e 5°, del decreto della Repubblica n. 616 del 1977 e che debbono essere esercitate anche d’ufficio, provveda ad assegnare le terre predette, secondo la qualità, all’una o all’altra delle categorie di cui all’art. 11 della legge n. 1766 del 1927, fatta eccezione per la terra distinta dalla particella 27 del foglio 1, oggetto di provvedimento di legittimazione concesso con determinazione n. C0676 del 31 marzo 2009 a firma del Direttore del Dipartimento Economico ed Occupazionale di codesta Regione.
Il sottoscritto chiede inoltre di sapere, ai sensi della normativa sul diritto di accesso, quando e con quale numero di protocollo la presente è stata assunta al protocollo regionale, l’identità del responsabile del procedimento, data e numero di protocollo relativi all’acquisizione delle tre surrichiamate sentenze da parte della struttura amministrativa regionale competente in materia di usi civici.

Capena

Alessandro Ristich
Consigliere Comunale
Capogruppo “Il Maestrale”
RISPOSTA
REGIONE
LAZIO

 

DIREZIONE REGIONALE AGRICOLTURA
AREA DIRITTI COLLETTIVI
ROMA 20-07-2011
Prot. N. 323749/10/19
Al Perito Demaniale
Arch. Marta Spigarelli
Via S. Giovannini, 35
00137 ROMAp.c.
Al Sindaco del Comune di
CAPENA
P.zza San Luca, 1
00060 CAPENA (ROMA)

Al Consigliere comunale
Alessandro Ristich
c/o Comune di CAPENA
P.zza San Luca, 1

 

Oggetto: Provvedimenti riguardanti terreni appartenenti al demanio civico del Comune di CAPENA.Si fa riferimento alla nota inviata dal Consigliere Comunale in indirizzo, agli atti della Direzione Regionale Agricoltura in data 15/07/2011 – prot. N. 317137, con la quale si richiede un provvedimento di assegnazione a categoria di terre risultate appartenenti al demanio civico del Comune di Capena, a seguito dell’accertamento della loro qualita soli avvenuta tramite procedimenti giurisdizionali, passati in giudicato.
Trattasi dei terreni censiti al N.C.T. del medesimo comune al foglio n.1, particelle nn. 3, 6, 7, 8, 9, 10, 11, 12, 13, 14, 15, 16, 17, 18, 19, 20, 21, 22, 23, 24, 25, 26, 27, 28, 29, 30, 31, 32, 33, 42, 43, 44, 45, 46, 47, 48, 49, 50, 51, 52, 53, 54, 55, 56, 57, 58, 59, 60, 61, 62, 63, 64, 65, 66 per complessivi Ha 35.16.60.
Fa eccezione la particella 27 in quanto legittimata, ai sensi dell’art. 9 della L. 16/06/1927 n. 1766, giusta Determina Dirigenziale n. C0676 del 31/03/2009 che, pertanto, è da ritenersi di natura allodiale, non più facente parte del citato patrimonio civico.
Nell’ambito delle attività di perito demaniale, incaricato per le operazioni di sistemazione delle terre civiche del Comune di Capena, in forza del decreto del Presidente della Giunta Regionale del Lazio, n. 3220 del 28/12/1994, e facendo seguito alla precedente nota prot. N. 316865 del 15/07/2011, la S.V. dovrà rimettere una specifica relazione di perizia circa lo stato dei luoghi del comprensorio terriero suindicato, ai fini di una eventuale adozione di un provvedimento di un provvedimento di “Assegnazione a Categoria”, prima delle successive operazioni demaniali, nonché acquisire le decisioni giurisprudenziali intervenute al riguardo.
I provvedimenti che saranno adottati dalla scrivente Direzione, come delegate per effetto delle competenze di cui al D.P.R. 616/1977, saranno in funzione delle risultanze e proposte di sistemazioni che perverranno a cura della S.V.
Al consigliere comunale, cui la presente è inviata per conoscenza, si comunica, infine, che il responsabile del procedimento è il Geom. Guerrino Randolfi dell’Area Diritti Collettivi – tel. 06.51683968.

Il Direttore
Dr. Roberto Ottaviani